Addio (Oce)

Non ho più parole

per cercarti.

 

Solo il tempo che resta,

quel poco.

 

Forse ho capito male io:

il mio reale è di pietra

e sangue,

graffia il cuore

e stringe l’anima.

 

Il mio reale lascia il segno,

non si cancella

nemmeno se lo decidi forte.

 

Il mio reale non distingue

Le parole dai fatti.

 

Tutto è denso

e non c’è scampo.

 

Bisogna passare

sotto l’aratro

per dirsi addio

senza cercarsi.

Oce

Annunci

Informazioni su oceania2013

Non cerco lettori, ma se l'Infinito vi ha portato su queste pagine, come ha condotto qui anche me, siate i benvenuti!
Questa voce è stata pubblicata in Seconda persona singolare. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...