Mani in tasca (Oce)

Nascondiamo le mani

per svelare la distanza.

 

Stringo i pugni

di questa ipocrisia

mentre vane parole

riempiono l’imbarazzo.

 

“Ti aiuto?”

 

Un’offerta che non puoi

rifiutare,

la sorpresa del mio

darti valore.

 

Ora lo so che sono io

ad aver guidato il gioco

quando anche tu

eri migliore,

perché il mio sguardo

evocava il buono

e le mie mani

non si nascondevano,

ma ti illuminavano il cuore.

Oce

Annunci

Informazioni su oceania2013

Non cerco lettori, ma se l'Infinito vi ha portato su queste pagine, come ha condotto qui anche me, siate i benvenuti!
Questa voce è stata pubblicata in Seconda persona singolare. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...