Archivi categoria: Seconda persona singolare

Raccolta-diario di poesie che raccontano la mia scoperta del “lato oscuro”

Senza tu (Oce)

Non scriverò più per te, perché merito risposte e non l’esibizione delle tue presunte colpe, della tua riscoperta felicità incompatibile con la mia.   Non ti chiederò più chi sei o chi sei stato, né di maschere quante ne hai. … Continua a leggere

Pubblicato in Seconda persona singolare | Lascia un commento

Sono vento (Oce)

Sono vento e nel vento volano i miei pensieri.   Tornano.   Se ne vanno.   Tornano.   Un’altalena blu guidata dalla scimmia delle mie ossessioni.   Ma una mano e un fuoco le hanno spente accendendo le ossa fino … Continua a leggere

Pubblicato in Seconda persona singolare | Lascia un commento

Sto nel respiro (Oce)

Come un’onda trascino sabbia disegnando nuvole e mi stacco da me da te lasciando volare il pensiero.   Devo ricordarmi di ricordare di essere consapevole e attenta mentre la schiuma si dissolve lasciando frammenti di conchiglie e una bottiglia vuota … Continua a leggere

Pubblicato in Seconda persona singolare | Lascia un commento

Chiudere capitoli (Oce)

Nuove parole d’ora in poi sulle pagine delle mie emozioni.   Sono ciò che penso perciò mi creerò un lago di tranquillità in cui sentire il mio respiro che nuota a ritmo di cuore.   Non sbatterò la testa contro … Continua a leggere

Pubblicato in Seconda persona singolare | Lascia un commento

Risanare (Oce)

I tulipani stanno sbocciando sulle cicatrici di questi mesi ancora da riempire con nuovi significati.   Ci metterò il mio bene a fare da concime, le tue parole per non perdere la memoria e la forza di un pensiero di … Continua a leggere

Pubblicato in Seconda persona singolare | Lascia un commento

Stalking (Oce)

Ci sono appuntamenti a cui non posso più presentarmi.   Te lo ricordi?   Aspettare mesi senza osare pensarci e ritrovare la data incancellabile sul foglio dell’anima.   Ma manterrò il segreto nel silenzio di questa nebbia, dei passi che … Continua a leggere

Pubblicato in Seconda persona singolare | Lascia un commento

Conclusione (Oce)

La risposta sta in un tubetto di dentifricio.   Non è difficile pensarla, chiusa sotto il tappo, una pasta verde salvia senza nessuna poesia.   Ecco, te lo restituisco, e che serva, anche se io spero sottosopra di unire allontanando … Continua a leggere

Pubblicato in Seconda persona singolare | Lascia un commento

Risposte (Oce)

Ho cercato risposte saltando in un’onda, contando i granelli del tempo, chiudendo il sole negli occhi come in una prigione di illusioni.   Ho cercato te cercandomi nel cielo di dicembre.   Ho trovato parole a cui credo solo io. … Continua a leggere

Pubblicato in Seconda persona singolare | Lascia un commento

Un anno fa (Oce)

Un anno fa ho cominciato ad avere paura di oggi, un presagio inascoltato di solitudini infreddolite in un altro dicembre.   Non si ricomincia più o forse in ogni istante ma manca la colla delle tue parole e manca l’attesa … Continua a leggere

Pubblicato in Seconda persona singolare | Lascia un commento

Cosa non voglio (Oce)

Non voglio più le tue contrite ipocrisie, le tue parole affilate, pronte a ferire.   Non voglio più lo sguardo altrove, un’altra musica da ascoltare, le ore di assenza che il mio orologio non conta.   Non voglio più Il … Continua a leggere

Pubblicato in Seconda persona singolare | Lascia un commento